Come devo alimentare il mio Jack Russell Terrier?

 

Il cane è un carnivoro

Il cane è un cacciatore carnivoro. Te ne eri certamente già accorto, osservando il tuo jackino con il naso per aria, tanto interessato al volo di un uccellino al parco, o col naso per terra a seguire la pista di una lepre selvatica e di qualunque altro animale del bosco.

È la sua natura: è un predatore, progettato per inseguire, stanare e cacciare una preda, di cui poi si nutre. L’uomo, grazie alla selezione, è riuscito (più o meno…) a “correggere” in parte il comportamento predatorio, ma non ha potuto influire in modo significativo su tutti i suoi processi metabolici.

La dieta del Jack Russell Terrier

La natura lo ha progettato carnivoro e tale è rimasto ancora oggi: la sua dieta deve dunque essere quella di un cacciatore, formata da carne, pesce, frutta e verdura.

Proteine per nutrire i muscoli, di alta qualità ed elevato valore biologico: gli studi più recenti hanno ampiamente dimostrato che non è la quantità di cibo proteico, ma piuttosto la sua bassa qualità, a creare problemi ai reni e agli animali anziani.

Smettila di alimentare il tuo cane con cibo adatto alle galline: basta soia, mais e granaglie in genere! Via libera alla carne, presa in macelleria o al supermercato, adatta al consumo umano quindi. Puoi scegliere anche la trita o parti più grasse: il tuo amico digerisce e metabolizza perfettamente questi alimenti, che sono per lui un’ottima fonte di vitamine e di energia.

Posso dare il pesce al mio Jack?

OLYMPUS DIGITAL CAMERA
Se lo gradisce, puoi anche alternare qualche pasto a base di pesce: salmone, sardine, merluzzo e nasello sono perfetti per il pasto della sera, quando è meglio dare un cibo più digeribile o se sospetti qualche intolleranza alimentare. Questo tipo di alimento è molto ricco di omega3, acidi grassi insaturi che hanno un effetto antinfiammatorio decisamente marcato su tutto l’organismo del tuo cane:

  • bloccano i radicali liberi
  • aiutano la rigenerazione delle cartilagini articolari
  • sono una mano santa anche per sostenere le capacità riproduttive e tutto il sistema cardiocircolatorio.

Spesso si dice: “Non di sola carne vive il cane!” e questo è verissimo anche per il tuo Jack Russell Terrier!

Frutta e verdure adatte al tuo cane

Puoi associare a carne e pesce dell’ottima frutta e verdura, possibilmente di stagione.

Non esagerare con la frutta: contiene molto zucchero e potrebbe provocare sbalzi glicemici al tuo amico. Ricordati che quello che più produce problemi di insulina è l’amido, presente nel riso e nei cereali in genere. Non aggiungerli, se vuoi evitare problemi in futuro.

Un po’ di attenzione nello scegliere le verdure: le fibre contenute in esse fermentano e nutrono l’intestino del tuo cane, disintossicano, aiutano la peristalsi e danno senso di sazietà, ma non tutte sono idonee alla specie canina. Per fare un esempio, le zucchine, i finocchi, la zucca e le carote sono ottimi alimenti per il tuo amico, ma piselli, fagioli, fagiolini e patate hanno più effetti negativi che positivi e vanno dunque evitati.

E per finire…

Cos’altro mettere nella ciotola? Un filo d’olio di oliva o di lino di buona qualità, una spolverata di sali minerali… et voilà… Il pranzo è servito!

Va in tavola la salute e anche il buonumore!

3 Risposta

  1. Ho trovato l’articolo molto interessante, ma in che quantità dare ad ogni pasto proteine, vegetali e carboidrati?

    • Buon giorno,

      La domanda è corretta. Anzi bisogna valutare, ancora più importante , i micronutrienti, vitamine e sali minerali.

      Rispondo qui anche per chiarire il mio punto di vista sui consigli sporadici on line. La risposta è generale, non rivolta a Claudia che ha centrato un punto fondamentale insieme a vitamine e sali minerali.

      Proprio per l’importanza e la delicatezza dell’alimentazione, io ho fatto la scelta etica di fare diete su misura solo dopo aver visitato il cane almeno una volta. Per questo evito di dare consigli sporadici on line.

      Ho moltissime richieste di consulenze on line quotidianamente; scelgo di prediligere etica e salute del cane rispetto a facili incrementi di fatturato.

      La mia missione è di fare il veterinario che fa stare bene cani e gatti! Quindi evito di fare marketing on line.

      Detto questo, in linea di massima, il pasto del cane, a seconda dell’età e delle caratteristiche del soggetto, può comporsi dal 40 al 70 % di proteine, dal 30 al 60 % di frutta e verdura, e dai grassi ( importantissimi); senza dimenticare le giuste integrazioni, quali erbe, spezie, omega 3, calcio, etc…

      Questo è un discorso semplicemente generale, da adattare ai singoli casi.

      Un abbraccio ai nostri lettori

      • Marilisa Dones

        Grazie, Silvia per la tua puntuale spiegazione.
        Anche noi nel nostro piccolo consigliamo sempre una visita e scoraggiamo il fai da te! :)

Lascia un commento